Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo.
Per maggiori informazioni sulle caratteristiche e sulle modalità di disattivazione di tali cookie si veda l'
informativa estesa.

Azione di informazione, comunicazione, sensibilizzazione e pubblicità.
Fondi Strutturali Europei 2014-2020

Erasmus+ Grecia

Foto di gruppo

Erasmus in Grecia: dalla matematica al sirtaki

La Grecia è stata la penultima tappa del ‘giro d’Europa’ all’insegna della matematica che ci circonda (Maths around us). Tre gli studenti che hanno partecipato allo scambio del programma Erasmus+ K2 svoltosi nei giorni scorsi e concretizzatosi nella permanenza di quasi una settimana a Volos, importante centro costiero dell’Egeo dove Damiano Stramaccioni, Katy Martoni e Diletta Paci (IV D), accompagnati dai docenti Francesca Nanni e Nuccio Mozzicato, hanno dato il loro contributo alle attività didattiche coordinate dal locale liceo. Sulla esperienza di studio e consolidamento di relazioni avviate da oltre un anno, riportiamo la testimonianza dei ragazzi.

Non è facile esprimere quello che l’Erasmus è stato per noi, le parole sminuirebbero troppo questa esperienza unica. Quello che può sembrare un semplice scambio culturale in realtà è stato molto, molto di più. 
Non è stato soltanto una possibilità per mettere alla prova il nostro inglese. 
Non è stata una semplice vacanza. 
Non è stato nulla di banale. 
È semplicemente stato catapultarsi in una nuova vita, con nuove persone, nuove lingue, nuove culture, nuovi cibi, nuovi suoni, nuovi modi di pensare. Per una settimana siamo stati coccolati dalla generosità dei nostri ospiti greci, che non ci hanno fatto mancare niente, né a scuola né in famiglia. Siamo stati immersi in una mini-Europa raccolta in una caratteristica cittadina di mare a quattro ore da Atene. 
Abbiamo partecipato a delle interessanti lezioni sul tema dello scambio, ovvero Math in Archeology, e abbiamo visitato alcuni tipici centri dei dintorni. Nonostante il poco tempo a disposizione siamo anche riusciti a visitare Atene, grazie alla professoressa Nanni che ci ha fatto da guida. Cosa ci resterà di questa esperienza? Sicuramente tanti ricordi, la musica del sirtaki che non riesce ad uscire dalla testa, nuovi amici sparsi per l’Europa e la consapevolezza che in fondo non siamo poi così lontani e diversi. 

Ringraziamo profondamente il professor Mozzicato e la professoressa Nanni che sono stati non solo prof ma anche fantastici compagni di viaggio! 

Cara Grecia, non è un addio!

Foto Grecia

 

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn