Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo.
Per maggiori informazioni sulle caratteristiche e sulle modalità di disattivazione di tali cookie si veda l'
informativa estesa.

Azione di informazione, comunicazione, sensibilizzazione e pubblicità.
Fondi Strutturali Europei 2014-2020

PROFUMO DI BIODIVERSITÀ

Studenti della 5F realizzano un orto verticale

Foto di gruppo

Il verde delle essenze ed il loro profumo suscitano l’immediata attenzione di quanti vi passano vicino. Parliamo dell’orto verticale che da qualche giorno fa bella mostra di sé nell’atrio del nostro istituto e che contribuisce a ridare vita e colore a spazi scolastici per troppo tempo in letargo.

L'orto verticale rientra all'interno del programma Eco-Schools, cui il Liceo Rosetti aderisce da alcuni anni ed è stato realizzato per celebrare la Giornata mondiale della biodiversità.

A lavorare attivamente sul progetto gli studenti Tommaso Aureli, Alessandro Cicconi e Allegra Leli, della classe 5 F, formati e guidati dalla loro insegnante di Scienze, la professoressa Maria Silvia Sebastiani.

“L'orto verticale è stato allestito scegliendo piante che mettessero in risalto e facessero ammirare le differenze di forme, colori, sapori e odori all'interno della stessa specie vegetale, utilizzando ad esempio diverse varietà botaniche di basilico, fragole e peperoncini, o all'interno della stessa Famiglia, scegliendo ad esempio diverse specie di Cucurbitacee (zucche e zucchine) o Solanacee (pomodoro, melanzana); un modo anche per confermarci come scuola "ecologica"! – ha commentato la docente che ha raccolto con entusiasmo, insieme ai ragazzi, l’idea lanciata dalla Dirigente Scolastica, Stefania Marini, di utilizzare bancali e altro materiale di riciclo. Gli studenti si sono messi concretamente all’opera dichiarando, al termine del lavoro, che "la realizzazione dell'orto verticale si è rivelata una "faticosa" ma soddisfacente esperienza. Ci siamo messi alla prova attraverso processi di manipolazione e pittura del legno, la curiosità è stata tanta soprattutto per l'approccio concreto, atipico nel nostro piano di studi. Per questa magnifica possibilità vogliamo ringraziare la scuola, nella persona della Dirigente, e la nostra mitica professoressa di scienze che ce l'ha proposta".

Un progetto concreto, insomma, che vuole sviluppare una maggiore consapevolezza nei confronti della Biodiversità (o diversità biologica) che, in ecologia, è definita come ogni tipo di variabilità tra gli organismi viventi. Si tratta di un patrimonio di vita che ci riguarda tutti e che è seriamente in pericolo, come sottolinea il recente rapporto mondiale di IPBES (Intergovernmental Science-Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services), rilevando come ad oggi gli ecosistemi abbiano perso circa il 75% della originaria biodiversità ad opera dell’uomo che, pur parte di questa ricchezza biologica, prosegue con le sue attività scellerate di sfruttamento eccessivo ed inquinamento di preziosi  habitat naturali.

orto2.png

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn